compiuta giacenza

5 risposte [Ultimo contenuto]
m.falossi
Ritratto di m.falossi
Offline
Iscritto: 22/03/2013

Un verbale viene restituito dal servizio postale con l'annotazione della compiuta giacenza.

Ho chiesto all'Anagrafe comunale conferma della residenza del destinatario. Passano i giorni (troppi) e alla fine ricevo risposta che il destinatario è emigrato in altro Comune 5 giorni prima della data di attestazione del mancato ritiro. In pratica, quando il portalettere ha avviato la procedura di compiuta giacenza il destinatario era già emigrato da 5 gg. Ho fatto nuova visura al PRA ed in effetti il tizio, 30 gg dopo aver variato la residenza anagrafica, ha anche fatto l'aggiornamento al PRA. Nel frattempo, sono anche scaduti i tempi per la notifica del verbale all'altro indirizzo.

Quindi ho: un verbale notificato per compiuta giacenza ad un indirizzo che non era già più quello, seppure per poco, la variazione al PRA fatta 30 gg dopo ed  i tempi per tentare una  notifica al nuovo indirizzo ormai scaduti.

Il dubbio è che quando farò l'iscrizione al ruolo il tizio (che ragionevolmente non ha visto il verbale e nemmeno l'avviso di giacenza) mi contesti la nullità della notifica.

Io avrei pensato di mandare una R/R al nuovo indirizzo dove lo informo dell'avvenuta notifica del verbale per compiuta giacenza all'indirizzo, con riferimento al successivo aggiornamento PRA...così come se fosse fatto nel suo esclusivo interesse...

E' troppo azzardata??  

SOPROV.it © 2011 C.F. MBRNGL54E26G478U, per info clicca qui.